Home » News » “Aperture domenicali”: intervento di Annamaria Furlan, ‘Avvenire’, 11 Settembre 2018

“Aperture domenicali”: intervento di Annamaria Furlan, ‘Avvenire’, 11 Settembre 2018

“Si può trovare una soluzione alternativa e condivisa da tutti alla liberalizzazione selvaggia dell’apertura di negozi e centri commerciali che non ha sortito l’effetto sperato, ne’ sugli aumenti di fatturato delle imprese, ne’ sull’aumento dei posti di lavoro. La strada migliore per noi e’ quella di riaffidare questa competenza alla contrattazione territoriale tra comuni, aziende e sindacati in modo da garantire la giusta flessibilità negli orari, turnazioni regolari, una maggiore retribuzione per i lavoratori e, soprattutto, la volontarietà della prestazione domenicale e festiva, distinguendo anche tra zone turistiche e luoghi fuori dal contesto urbano. In molte realtà aziendali il lavoro domenicale si svolge già da tempo con accordi sindacali che tutelano i diritti fondamentali come il rispetto della maternità, la cura dei figli, la volontarietà di una prestazione che deve essere giustamente sempre retribuita in maniera dignitosa. Ma questo non avviene in tutte le aziende. E’ positivo che finalmente il Governo ed alcune forze politiche abbiano compreso il senso della battaglia del sindacato, e della Cisl in particolare, contro la ‘deregulation’ nelle aperture dei negozi e dei centri commerciali la domenica o nelle giornate di festa. Ecco perché sarebbe importante che il Ministro Di Maio avviasse subito un tavolo di confronto con i sindacati di categoria maggiormente rappresentativi per valutare una soluzione condivisa, in raccordo con le amministrazioni locali”.

Avvenire – 11/09/2018

Vedi anche

Sebastiano Tripoli, già segretario generale della Femca Ragusa Siracusa, è da oggi il nuovo componente della segreteria nazionale della federazione dei lavoratori chimici della Cisl.

 È stato eletto questa mattina, a Roma, al termine dei lavori del Consiglio generale convocato …