Home » News » #1MaggioPortella, senza sindacato non c’è democrazia

#1MaggioPortella, senza sindacato non c’è democrazia

«I lavoratori e il sindacato. Un ritrovarsi insieme in un luogo simbolo delle lotte operarie, della libertà e della democrazia. Una giornata di festa con la mente e il nostro impegno rivolti a quanti stanno soffrendo una condizione difficile per la mancanza del lavoro.»

Così Paolo Sanzaro, segretario generale della UST Cisl Ragusa Siracusa, racconta il Primo Maggio di Portella della Ginestra. Una giornata intensa che ha portato nella piana, teatro dell’eccidio di 70 anni fa, migliaia di lavoratori.

«Una partecipazione convinta e numerosa, quella della Cisl Ragusa Siracusa – ha continuato Sanzaro – È stata una giornata di grande impegno che ha confermato il grande ruolo del sindacato unitario.

Ha ragione la nostra segretaria generale, Annamaria Furlan. Il lavoro e la coesione sociale sono fondamentali per creare comunità. Il sindacato lo ha ribadito ieri confermando che la democrazia passa dal lavoro e che senza le forze sociali non può esserci democrazia.»

 

Vedi anche

Cappuccio: prima la salute. «In Sicilia pesantissimo l’impatto, in una regione che conta già un milione 650 mila persone senza lavoro. Ora un tavolo di confronto su occupazione e ricadute economico-sociali»

Il coronavirus rischia di essere una palla di piombo mortale. «In Sicilia registriamo cali di …