Home » News » FAI Cisl: oggi, 24 aprile, il direttivo territoriale della Federazione

FAI Cisl: oggi, 24 aprile, il direttivo territoriale della Federazione

Consorzi di bonifica, forestali, agroalimentare, economia di sistema. Il direttivo territoriale della FAI Cisl, riunito nella sala conferenze di piazza Ancione, entra nel merito del momento e delle criticità presenti nel comparto e lo fa, convocato dal segretario generale Sergio Cutrale, alla presenza del segretario generale UST Paolo Sanzaro e del commissario Fai Sicilia Pierluigi Manca.
Una riflessione condivisa a più voci e che ha posto l’accento sulle priorità.
«Emerge la poca sensibilità mostrata dal governo regionale nei confronti del nostro territorio – ha commentato Cutrale – Per i forestali attendiamo coperture finanziarie e garanzie per l’occupazione.
Per i consorzi di bonifica viviamo le criticità sorte dopo una serie di azioni legali che hanno trasformato il rapporto di lavoro di settanta lavoratori da determinato a indeterminato senza eccessive garanzie. Continua a mancare, però, la copertura finanziaria e alcuni lavoratori attendono tredici mensilità.»
«È un comparto che è una priorità – ha rimarcato Sanzaro – Parliamo di un settore che rappresenta una forza economica rilevante sulla quale investire. Lo abbiamo sempre ribadito e lo sottolineiamo. In quest’area, da Siracusa a Ragusa, l’agroalimentare può essere il settore trainante di una economia di sistema che mette insieme agricoltura, turismo, cultura.
Servono infrastrutture e programmazione seria ed efficace. Bisogna farlo adesso perché le eccellenze già prodotte possono essere l’ulteriore volano di un rilancio dell’intero sud est.»
«Lavoriamo per portare a casa risultati concreti per i finanziamenti per i forestali e per il contratto integrativo regionale – ha aggiunto Manca – Per i consorzi di bonifica un minimo interesse è stato mostrato con la riforma dello scorso anno. Ora si attendono spiragli con la prossima Finanziaria per dare sicurezza ai lavoratori.
La federazione è presente sul territorio e anche la recente campagna di disoccupazione ha dimostrato che i lavoratori ci preferiscono e si affidano ai nostri operatori. È il segno di un sindacato forte e autorevole che vuole portare altri risultati.»

Vedi anche

Furlan: “Provvedimento sbagliato e inopportuno. Bene l’incontro riparatore, ma è tardivo”

Caro Direttore Il mondo della scuola è attraversato in queste giornate da tensioni e polemiche …