Home » News » FAI Cisl: Consiglio Generale della Federazione dei lavoratori agricoli

FAI Cisl: Consiglio Generale della Federazione dei lavoratori agricoli

Ragusa, 12 dicembre 2017. Riordino della legge sulla forestazione e gestione della recente riforma dei Consorzi di Bonifica. Sono questi i punti centrali dell’incontro che venerdì prossimo vedrà insieme il sindacato di categoria ed i nuovi assessori regionali al Territorio Ambiente e all’Agricoltura.
La conferma questa mattina, nella sede di piazza Ancione a Ragusa, durante il Consiglio generale della FAI Cisl territoriale convocato dal segretario generale Sergio Cutrale alla presenza del commissario regionale FAI, Pierluigi Manca, e del segretario generale UST, Paolo Sanzaro.
«Venerdì sarà una giornata importante, di primo approccio con il nuovo governo regionale – ha commentato Manca – Al tavolo arrivano diverse priorità e proveremo a capire come intende gestirle il governo eletto. C’è da comprendere il nuovo corso della Bonifica con i consorzi che da undici sono diventati appena due.
In tema di forestazione noi chiediamo meno emergenza e più programmazione. Serve una autentica riorganizzazione del settore e mirare perché queste attività lavorative servano per la prevenzione, così come per un’azione produttiva sul territorio anche nei siti archeologici.»
A Sergio Cutrale il compito di disegnare la situazione attuale di un territorio vasto e sicuramente importante per il settore agro-alimentare, della forestazione e della bonifica.
«Anche noi miriamo al riordino della Legge sulla forestazione ormai vecchia del 2005 – ha detto il segretario FAI Ragusa Siracusa – questo darebbe maggiori certezze e occasioni di programmare gli interventi. Restano, invece, le criticità del Consorzio bonifica di Ragusa con i dipendenti che attendono ben sei stipendi.
Su Siracusa, la nota lieta, è rappresentata dalla prossima firma del contratto degli operai agricoli. Venerdì prossimo sarà messa la firma su un documento che interessa ben 14 mila persone che percepiranno un aumento del 2 per cento. Un rinnovo che speriamo di poter siglare anche per i lavoratori ragusani nel prossimo mese di gennaio.»
Sull’importanza del settore per le province di Ragusa e Siracusa, sull’esigenza di un suo rilancio e sulla necessità di programmare, è tornato con decisione il segretario generale della UST, Paolo Sanzaro.
«La FAI si occupa di un comparto importantissimo per il nostro territorio – ha detto nel suo intervento – Agricoltura, forestazione e, quindi, il turismo ad esse legato, rappresentano una parte vitale del nostro tessuto economico.
Bisogna, però, inserire tutto in un sistema produttivo che programmi e guardi oltre il quotidiano. Siamo certi che il nuovo assessore regionale all’Agricoltura, siracusano e conoscitore di questa realtà del sud est, saprà cogliere tutte le opportunità offerte e presenti nelle nostre aree. C’è bisogno di sostenere l’agricoltura perché, attraverso questo sostegno, possiamo aiutare i tanti giovani che la stanno riscoprendo e che si vogliono impegnare in tal senso.
È una opportunità che va vissuta e perseguita. Il sindacato, da par suo, sta lavorando per rendere sempre migliore il lavoro in questo campo.»

Vedi anche

“Soprattutto al Sud serve un patto tra generazioni”, intervento di Annamaria Furlan, ‘Il Corriere del Mezzogiorno’ del 9 Dicembre 2018

L’ultimo Rapporto Censis ha delineato un quadro decisamente preoccupante per il nostro Paese, soprattutto per …