Furlan: “Basta promesse o sarà davvero troppo tardi”

E’ un quadro davvero preoccupante quello che la Svimez ha delineato ieri per le regioni del Sud: un’emorragia di abitanti, in particolare giovani, con il rischio di spopolamento dei centri più piccoli; un’economia che torna a vedere lo specchio della recessione, con il gap di lavoro rispetto ad altre aree del Paese che riprende a scavarsi; servizi pubblici, a partire dalla sanità, non all’altezza degli standard di cui beneficiano gli altri cittadini. La ‘ripresina’ accennata negli anni scorsi si è interrotta e si prospetta, anzi, una nuova depressione, confermata anche dalla diminuzione della domanda interna. Non bastano più le promesse o i programmi fumosi. E il fatto che si sia aperto  con il governo un tavolo di confronto specifico sul Mezzogiorno è importante,  frutto della mobilitazione del sindacato e della manifestazione del 22 giugno a Reggio Calabria. Far crescere di più le regioni del Sud significa far crescere tutta l’economia del Paese.

Gazzetta del Mezzogiorno

Corriere della Sera

Vedi anche

SICET Cisl, contributo per l’affitto: ancora 8 giorni per la presentazione delle domande

Ancora otto giorni per la presentazione delle domande di contributo per l’affitto della Regione Siciliana. …