Home » News » Furlan: “Grazie ai lavoratori per la grande affermazione nelle elezioni Rsu”

Furlan: “Grazie ai lavoratori per la grande affermazione nelle elezioni Rsu”

Grazie ai lavoratori per la grande affermazione nelle elezioni Rsu. La Cisl è il primo sindacato in importanti settori pubblici e soprattutto è l’organizzazione che è cresciuta di più in tutti i comparti della pubblica amministrazione e della scuola”. La Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, in un tweet commenta con soddisfazione i dati ormai quasi definitivi delle elezioni per il rinnovo delle Rsu di pubblico impiego, sanità, scuola, università, ricerca.

I lavoratori pubblici premiano la Cisl. Il voto a favore della nostra organizzazione ha visto al momento quasi 400 mila lavoratori italiani riconoscere e riaffermare l’impegno profuso nel contrastare populismi e scelte sbagliate assunte in materia di lavoro pubblico. Ma è stato soprattutto un voto che ha dato una risposta precisa a chi sostiene nel Paese un’idea di divisione del lavoro e di smantellamento dei servizi pubblici applicando anche per questi il principio del calcolo costi/benefici anche sui diritti di cittadinanza”. Aveva sottolineato già lo scorso 21 aprile  Furlan in una nota sui dati dello spoglio in corso della tornata di voto per il rinnovo delle rappresentanze sindacali unitarie del comparto pubblico impiego e sanita, istruzione, universita’, e ricerca.
“Un voto che ha riscontrato un’altissima affluenza superando in talune realtà del Paese una partecipazione superiore al 90% degli aventi diritto e che vede la Cisl in netto vantaggio sulle altre sigle con un indice di rappresentanza del 27% nel comparto pubblico impiego e sanità e del 29% nel sistema Istruzione che comprende la scuola, l’università e la ricerca”, aggiunge con soddisfazione la leader della Cisl.
“I dati provenienti dallo spoglio su un numero di seggi di oltre il 75% presenti in tutti i posti di lavoro pubblico attestano la netta supremazia – quasi un lavoratore ogni tre sceglie le liste della Cisl – che ha messo in campo un esercito di 44.000 candidate e candidati e che conferma la sua inclinazione storica di sindacato di riferimento per gli operatori del mondo dell’Istruzione, della sanità e della pubblica amministrazione. E’ insomma un grande risultato che qualifica l’impegno e la determinazione della politica della Cisl e che premia il nostro radicamento sul territorio e nei posti di lavoro“.
Furlan aggiunge ancora che “sostenere nell’esperienza professionale lavoratrici e lavoratori, affiancandoli con la contrattazione di secondo livello e territoriale, ha premiato con il voto la Cisl , che si avvia verso il filo della vittoria. I lavoratiri hanno riconosciuto l’efficacia della linea riformista dell’Organizzazione che ha lavorato in questi anni per rilanciare un sindacato moderno, di prossimità, dinamico e attivo, che dovrà continuare a dispiegare la propria azione portando risultati in ogni posto di lavoro. Un progetto che fonda l’essenza della ripartenza italiana sul valore della “partecipazione” e che nei recenti rinnovi contrattuali restituisce ai pubblici dipendenti importanti diritti, dopo un lungo periodo di blocco delle retribuzioni andando a rilanciare il sistema pubblico e quello dell’istruzione come motori fondamentali utili alla ripresa del sistema Paese”.

 

Vedi anche

Consiglio Generale Cisl Ragusa Siracusa – 10 dicembre 2019

  Scarica la locandina