Home » News » La Cisl vede rosa. Sanzaro: «Ci sono i presupposti per superare gli scogli economici e occupazionali»

La Cisl vede rosa. Sanzaro: «Ci sono i presupposti per superare gli scogli economici e occupazionali»

Priolo. «E uscimmo a riveder le stelle». Per Paolo Sanzaro, segretario provinciale della Cisl, l’Inferno economico ed occupazionale degli anni scorsi sembra essere passato e ci sono tutti i presupposti perché il 2015 sia l’anno del riscatto per l’economia siracusana. «Lasciamo un anno difficile come gli ultimi che lo hanno preceduto – dice Sanzaro – e la situazione attuale dell’outlet di Melilli costituisce l’emblema dell’economia della nostra provincia. L’outlet, infatti, conferma la crisi economica che sta attraversando la nostra provincia ed è stato costretto a chiudere. Abbiamo però il dovere di guardare al nuovo anno con rinnovata fiducia perché ci sono tutte le potenzialità per superare il momento di crisi occupazionale, che non ha precedenti». Paolo Sanzaro, che nel 2014 ha aperto i tavoli programmatici sul lavoro invitando le deputazioni, nazionale e regionale, a condividere le strategie di intervento, pone chiari obiettivi per l’anno che è cominciato. Le linee programmatiche saranno tracciate in una conferenza stampa che sarà fissata entro il mese in corso. Infatti, si parla sempre di consuntivi e poco di preventivi. Per attuare tutto questo, però, Paolo Sanzaro invoca la necessità di una scossa di sana politica. «Dalle nostre parti – dice – oggi, il lavoro per troppi manca, per molti è precario, per tanti è sommerso, per tutti è incerto. Per ognuno, però, è una necessità. Le strade per lo sviluppo ci sono e sono percorribili. Innanzi tutto non dobbiamo tralasciare lo sviluppo industriale del petrolchimico di Priolo. La conferma del programma di consolidamento e sviluppo dello stabilimento Versalis-Eni di Priolo, che dai vertici dell’azienda è stata data ai sindacati assicura il finanziamento di 400 milioni di euro che serviranno a fare ritornare la chimica strategica, a livello mondiale, con il rinnovamento degli impianti. La recente approvazione della costruzione della piattaforma Vega B è sicuramente positiva; la sua costruzione nell’area di Punta Cugno o di Marina di Melilli è l’obiettivo principale per dare nuovo impulso al settore metalmeccanici».
«Ai tavoli programmatici – ha aggiunto ancora Paolo Sanzaro, ricordando la presenza dei sindaci – rinnoveremo da subito la necessità di aprire i tanti cassetti chiusi che custodiscono, rallentandone l’esecuzione, tanti progetti. Ogni ente appaltante dovrà sentirsi coinvolto per dare ossigeno al settore edile, da sempre traino per quell’economia di scala che muove economie e potere di acquisto per tantissime famiglie. L’edilizia scolastica resta una delle nostre priorità. Avremo lavoro e, soprattutto, garantiremo scuole sicure e comode per studenti e personale».
Paolo Sanzaro ha annunciato che la Cisl, insieme alle federazioni, già dai prossimi giorni, sarà in campo nella raccolta firme per l’equità fiscale. Non manca, poi, il riferimento per la realizzazione delle infrastrutture.
«Bisogna guardare – dice il segretario della Cisl – ad un territorio organico e non ad un puzzle confuso e improvvisato. Da sempre la Cisl ha sottolineato l’importanza strategica delle infrastrutture materiale ed immateriali. Autostrade, ferrovie ammodernate con collegamento per Fontanarossa, viabilità interna, cablaggi delle città, servizi idrici integrati moderni, sono necessità strutturali indispensabili per costruire il futuro delle nostra provincia».
Se il Censis ha detto che il sentimento dominante nel 2014 è stata la paura, si dovrà lavorare perché nel 2015 torni un futuro aperto alla speranza. «Questa è la nostra sfida, la sfida della Cisl».

Paolo Mangiafico

Vedi anche

Ciao Grazia

La Ust Cisl Ragusa Siracusa piange la scomparsa diGrazia Girmena, presidente dell’ ANOLF Siracusa. Paolo Sanzaro: Grazia è …