“Parità, strada ancora in salita”. Intervista ad Annamaria Furlan, “Avvenire” del 7 marzo 2019

“Ci sono stati certo tanti progressi, ma la strada per una vera parità è lunga, le donne sono tuttora vittime di troppe violenze, ricatti e sottili discriminazioni, di fatto non sono ancora pienamente libere. Bisogna fare molto di più sul piano culturale e su quello dell’affermazione dei diritti”. Annamaria Furlan è al vertice di un’organizzazione con 4,2 milioni di iscritti, è la prima segretaria generale donna della Cisl, ma è anche mamma e nonna e conosce bene le difficoltà che l’universo femminile incontra, in particolare  nella conciliazione tra vita familiare e professionale. Ed è impegnata contro tutte le forme di sfruttamento, compresa la prostituzione, che “non potrà mai essere per noi un ‘lavoro’, perchè viola la dignità delle persone”.

Avvenire

Vedi anche

Giornata di mobilitazione nazionale – 18 settembre 2020 Palermo