Home » News » Pensioni. Furlan: “Positivo l’incontro con il Governo. Obiettivo è portare a casa risultati”. Nuovo round il 21 novembre

Pensioni. Furlan: “Positivo l’incontro con il Governo. Obiettivo è portare a casa risultati”. Nuovo round il 21 novembre

Roma, 18 novembre 2017. “La Cisl dà un giudizio positivo del lavoro fatto, che trova accoglimento in alcune importanti proposte del Governo. Siamo in un momento particolare del Paese, verso la fine della legislatura, è importante portare il più possibile a compimento l’intesa sulla previdenza che avevamo costruito”. Questo il commento della Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, al termine del vertice con il governo sul tema delle pensioni.  “Non consideriamo vantaggioso spostare in un mare aperto la gestione di un tema cosi’ importante. Il Governo alle famose 7 proposte dell’ultimo incontro ha portato due ulteriori proposte raccogliendo alcune questioni che avevamo posto e aver ipotizzato il blocco dell’aspettativa di vita per i lavoratori già identificati anche per l’anzianità, accoglie una nostra richiesta. Così come un Fondo che possa spostare la sperimentazione dell’Ape sociale. Abbiamo sollevato alcune questioni che hanno bisogno di approfondimento e correzioni nel testo, che sono l’allargamento a più lavoratori della siderurgia del blocco sull’aspettativa di vita e aprire un confronto per portare a casa il silenzio-assenso sulla previdenza complementare anche per i lavoratori privati”.

Secondo Furlan, “il blocco per i lavoratori più esposti è una risposta importante che noi responsabilmente dobbiamo dare e se non si concretizzasse, perderemo un’occasione importante, così come siamo convinti che istituire una commissione istituzionale che verifiche anche per gli altri lavori la reale aspettativa di vita, sia una cosa seria. Il Governo ha proposto un incontro per martedì e spero che anche le questioni poste in termini di maggiore chiarezza trovino una risposta, ma non c’è dubbio che riteniamo questo lavoro importante e questa legge finanziaria deve accogliere il lavoro fatto e farlo diventare diritto per i lavoratori”, ha concluso Furlan. Certamente la Cisl sottolinea che “ci sono cose da chiarire ma è necessario arrivare a una sintesi. Oggi noi diamo qualche risposta a chi non ne avrebbe”.

Vedi anche

Furlan: “Provvedimento sbagliato e inopportuno. Bene l’incontro riparatore, ma è tardivo”

Caro Direttore Il mondo della scuola è attraversato in queste giornate da tensioni e polemiche …