Home » News » RSU Scuola tra emergenze e attese
da sin. Dionisio Bonomo, Patrizia Epaminonda, Paolo Sanzaro, Antonio Palermo

RSU Scuola tra emergenze e attese

«Per la Sicilia, afflitta da criticità troppo a lungo irrisolte e molto spesso caratterizzate in termini di vera e propria emergenza, il rinnovo delle RSU della scuola deve essere inteso come un momento intenso e partecipato di mobilitazione.»

L’appello arriva da Dionisio Bonomo, reggente della Cisl Scuola siciliana, intervenuto al Consiglio generale di categoria convocato, a Siracusa, dal segretario generale territoriale Antonio Palermo.

«Chiediamo maggiore attenzione per la scuola siciliana – ha aggiunto Bonomo – governo, regione, istituzioni locali devono, ognuno in relazione al proprio profilo di competenze, assumersi le dovute responsabilità.

È indubbio che, per il settore, esiste una emergenza Sicilia. Il quadro disegnato dall’Ufficio Scolastico Regionale al termine dell’anno 2013-2014 ci consegna una situazione che, nel frattempo, non può dirsi migiorata.»

Al centro delle istanze che la Cisl Scuola pone alla vigilia del rinnovo delle RSU, in programma i prossimi 3, 4 e 5 marzo, le emergenze che riguardano la carenza di organici e, soprattutto, le politiche miopi degli enti locali.

«Registriamo evidenti carenze in tema di edilizia scolastica e servizi di supporto – ha sottolineato Antonio Palermo – Mense, trasporti e assistenza socio-sanitaria sono carenti. Noi chiediamo che gli enti locali si facciano carico attivamente di queste istanze nel mondo della scuola.»

Istanze che, come più volte ribadito, saranno al centro del lavoro delle prossime RSU elette nella tornata di marzo.

«Autonomia e contrattazione sono la nostra cultura e fanno la nostra storia – ha detto Patrizia Epaminonda, segretario generale aggiunto della Cisl Scuola territoriale – La Cisl vuole essere presente per contribuire in modo determinante e valorizzare le RSU come luogo in cui le esigenze di tutela del lavoro di saldano con quelle di un forte sostegno alla miglior qualità della nostra scuola.»

«È una vera e propria campagna di mobilitazione, la nostra – ha concluso il segretario generale della UST Ragusa Siracusa, Paolo Sanzaro – Votare per le RSU significa battersi per il diritto allo studio e per la qualità della scuola. Il 3, 4 e 5 marzo abbiamo un appuntamento importante con la Scuola e la Funzione pubblica. Sono due settori importanti che la Cisl segue con grande impegno e approfondimento. Il ruolo delle forze sociali non può essere messo in discussione e noi saremo presenti con le nostre liste formate con passione e grande determinazione.»

Vedi anche

Sri Lanka. Furlan: “Una barbarie crudele ed inumana”

22 aprile 2019 – “Orrore e grande tristezza per le tante persone inermi massacrate dai …