Home » News » XXIV Giornata in ricordo di tutte le vittime delle mafie. Furlan: “Ha ragione Mattarella: la mafia si può battere ma serve l’impegno di tutti”

XXIV Giornata in ricordo di tutte le vittime delle mafie. Furlan: “Ha ragione Mattarella: la mafia si può battere ma serve l’impegno di tutti”

21 marzo 2019- “Ha ragione il Presidente della Repubblica Mattarella: liberare la società dalle mafie è un traguardo doveroso e possibile se ci sarà l’impegno di tutti, istituzioni, magistratura, parti sociali, cittadini”. E’ quanto sottolinea la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, sulla Giornata in ricordo di tutte le vittime delle mafie organizzata da Libera anche quest’anno con la collaborazione di Cgil, Cisl, Uil. “Senza legalità e giustizia non c’è nemmeno sviluppo economico. Per questo serve più impegno dello Stato ed un allargamento della coscienza civile per contrastare le mafie. La grande partecipazione al corteo di Padova, dove oggi la Cisl era presente con una numerosa delegazione di dirigenti, militanti ed iscritti, ma anche la presenza di tanta gente nelle manifestazioni in altre città italiane, è un fatto importante che ci riempie di speranza e di fiducia. Le mafie non sono invincibili. Si possono battere costruendo una cultura della legalità a partire dalla scuola, ma anche un grande impegno per la crescita economica e sociale. Bisogna rispondere al disagio sociale ed economico in molte aree del Paese per evitare che i giovani siano fagocitati dalle associazioni criminali e dalle mafie. Questa è oggi la prima questione da affrontare con un clima di unità e di responsabilità, come ci ha indicato oggi il Capo dello Stato Mattarella”.

Vedi anche

Convegno Cisl: “Disegniamo il Sud-Est; infrastrutture, sviluppo, trasporti” – Siracusa 25 settembre 2019