Sciopero nazionale, oggi, del settore elettrico/gas/ambiente di Cgil, Cisl e Uil contro l’articolo 177 del Codice degli appalti.

Davanti alle Prefetture di Siracusa e Ragusa si sono ritrovati, per un presidio, i lavoratori dei tre settori coinvolti: energia, igiene ambientale, elettrici. A Siracusa, davanti alla sede di Governo in piazza Archimede, insieme al segretario generale della Ust Cisl Ragusa Siracusa, Vera Carasi, e a Ragusa, insieme al segretario territoriale Cettina Raniolo, si sono ritrovati i lavoratori della Femca, della Fit e della Flaei. L’articolo 177 obbliga le aziende concessionarie a esternalizzare l’80% di tutte le attività oggetto di concessione. Il sindacato unitario chiede la cancellazione di questo articolo che causerebbe una riduzione della forza lavoro tra l’80 e il 95%.

Vedi anche

Industriamoci insieme per costruire futuro, mobilitazione Cgil Cisl. “Dal polo industriale dipende il futuro del territorio

Oltre 3 mila persone in corteo per rispondere all’appello di Cgil e Cisl provinciali “Industriamoci …